IL CASTELLO DI GRANAGLIONE

UN CASTELLO TRA LE NUVOLE

Immerso nel verde dell’Appennino Tosco Emiliano, tra Bologna, Pistoia e Firenze, si trova un piccolo “Castello tra le nuvole”, una dimora d’altri tempi che ha riconquistato il suo antico splendore.

Nei mesi autunnali, con il raffreddarsi dell’aria, capita spesso che la terra crei grandi onde di vapore bianco che avvolgono il castello, celando alla vista degli ospiti, le piccole abitazioni in sasso di Granaglione e, più lontane, laggiù in basso, anche quelle di Ponte della Venturina e di Campeda. Questa particolare condizione climatica, in realtà abbastanza frequente dalla fine di agosto ai primi giorni dell’anno nuovo, trasformano il Castello di Granaglione in un faro incantato che si erge tra le nuvole di questo effimero oceano color latte.

CENNI STORICI

I primi cenni storici relativi al Castello di Granaglione risalgono addirittura al 200 a.C. quando i Romani, ormai consci della loro crescente superiorità militare e bellica, cominciano a lottizzare l’ager gallicus, ad est dei Galli Boii, dando inizio ad un lungo periodo di cruenti scontri che vedranno tutto il nord Italia teatro di sanguinose battaglie per diversi secoli. Questo portò alla nascita dei primi avamposti fortificati per la segnalazione degli attacchi barbari e garantire la sicurezza delle truppe in viaggio. A questo periodo risalgono le prime tracce dell’attuale Castello di Granaglione, più volte distrutto e ricostruito sempre nello stesso punto.

IL CASTELLO

Dal Castello è possibile ammirare gli antichi borghi di Granaglione, nella sua interezza, oltre a quelli di Campèda e al Santuario della Madonna di Calvigi. Il Castello sorge all’interno di un vasto parco, popolato da abeti rossi, da cui sgorga anche una sorgente di acqua montana, purissima, di cui è possibile goderne le proprietà diuretiche direttamente dai rubinetti della casa.

La dimora Castello di Granaglione si sviluppa su due piani e conta sei ampie camere, due saloni, tre bagni e una cucina. Si tratta di un immobile versatile, adatto a diversi usi. Gli arredamenti, ridotti all’essenziale, lasciano spazio per qualunque tipo di attività ludica o culturale.

Il Castello di Granaglione è un luogo eccezionale che si presta a matrimoni, congressi, ambientazione per soggetti cinematografici e televisivi di vario genere, rievocazioni storiche, mostre, cene con delitto, cene al buio, incontri per giochi di ruolo, tornei di Softair, lunghe escursioni nei boschi e tanto altro ancora. L’unico limite è la fantasia, ma basta liberarla e farle spiccare il volo alta nel cielo, sopra al Castello tra le nuvole.


WEB  MAIL  CHIAMA


COME ARRIVARE