#SASSISCRITTI 2018

© video pupillaquadra

SASSISCRITTI È UN’ASSOCIAZIONE CULTURALE IMPEGNATA NELLA PROMOZIONE E RICERCA DELLE ARTI CONTEMPORANEE – IN PARTICOLARE TEATRO, MUSICA E SCRITTURA. HA SEDE A ALTO RENO TERME (BO) NELL’APPENINO TOSCO-EMILIANO.

Nata nel nov. 2006, SassiScritti ha dato vita a una serie di laboratori intensivi residenziali condotti da alcuni artisti italiani di varie discipline: teatro, scrittura, illustrazione, musica. Dal 2016 realizza un vero e proprio calendario di workshop in residenza che si chiama InRitiro. L’esperienza più che decennale nell’organizzazione di questa attività ha mostrato come persone da tutta Italia apprezzino molto questo modo di vivere un’esperienza di formazione intensa e inedita, a contatto con la natura.


I LABORATORI

EDIZIONE 2018: il calendario di InRitiro di quest’anno prevederà 5 o 6 week end durante i quali gli ospiti verranno accolti in una struttura molto curata nel verde, nel comprensorio del comune di Castel di Casio, e lavoreranno per 3 giorni in ogni laboratorio con alcuni artisti che verranno invitati a guidare i laboratori. Saranno scrittori, teatranti, illustratori, musicisti. Il periodo di InRitiro sarà da maggio a novembre 2018. Le date e il programma verranno resi noti intorno a fine febbraio.

Un momento di un laboratorio musicale con Riccardo Sinigallia.

© foto Guido Mencari

IL FESTIVAL

Evento centrale delle attività è il festival L’importanza di essere piccoli, un festival itinerante nei borghi sia emiliani che toscani dell’Appennino, giunto nel 2018 alla sua VIII edizione.

Il festival propone appuntamenti nei quali la musica cantautorale si incontra con le parole dei poeti, in cornici meravigliose e inedite dell’Appennino, facendo sì che ogni evento sia un intreccio di paesaggio, suono, parola, incontro. Alcuni dei poeti ospiti delle scorse edizioni: Mariangela Gualtieri, Franco Loi, Milo De Angelis, Fabio Pusterla, Antonella Anedda, Viviane Lamarque e decine di altri. Alcuni dei musicisti: Cristina Donà, Francesco Guccini, Perturbazione, Bobo Rondelli, Paolo Benvegnù, Riccardo Sinigallia. Murubutu, solo per fare alcuni nomi tra le decine di artisti presenti.

Il festival è molto amato e noto a livello nazionale, avendo un pubblico da tante parti d’Italia ed essendo seguito da testate nazionali. L’idea centrale è che certa qualità dell’ascolto, certi incontri speciali, certe magie che l’arte può compiere, sia qualcosa che avviene molto di più nel ‘piccolo’ che nel ‘grande’. La partecipazione e collaborazione degli abitanti dei borghi, che in questi anni hanno aperto le loro case, cantine, giardini e luoghi intimi al festival, permette poi di vivere la montagna in modo autentico, e di rileggerla e riscoprirla attraverso lo sguardo degli artisti.

EDIZIONE 2018: DAL 2 AL 5 AGOSTO i Piccoli saranno in alcuni borghi e frazioni dei comuni di Alto Reno Terme, Castiglione dei Pepoli, Grizzana Morandi, Sambuca Pistoiese. Il programma definitivo verrà reso noto in tarda primavera.

Un momento del festival al Castello Manservisi di Castelluccio

© foto Guido Mencari

CHIAMA  MAIL  WEB  VIDEO


DOVE