TRANSAPPENNINICA 2017 : DESTINAZIONE MUSICA

#Transappenninica2017 viaggerà a bordo di treni storici lungo la Ferrovia Porrettana. Destinazione: Musica.

È possibile acquistare i biglietti presso :


A cura di Giovanni Feoli – Adriavapore

La storica ferrovia Porrettana costituisce una infrastruttura di vitale importanza per i territori da essa attraversati.

Da questa premessa prende forma l’idea suggestiva di valorizzare questa ferrovia unendo, attraverso la promozione di esperienze di viaggio a bordo di treni storici, scenari del passato e prospettive future in una logica di sviluppo sostenibile ai fini turistico-culturali del territorio. A tal fine è stata elaborata l’iniziativa denominata “Transappenninica : progetto di valorizzazione a fini turistici della ferrovia Porrettana” che vede coinvolti il Comune di Alto Reno Terme, la Fondazione FS Italiane, la Federazione Italiana Ferrovie Turistiche Museali (F.I.F.T.M.), Adriavapore, la Regione Emilia-Romagna (Assessorato ai Trasporti e Assessorato al Turismo), la Regione Toscana, la Città Metropolitana di Bologna, l‘ Unione dei Comuni dell‘ Appennino Bolognese.

Moltissime sono le potenzialità del territorio del Comune di Alto Reno Terme: un ricco carnet di manifestazioni musicali, una tradizione enogastronomica che coniuga elementi emiliani e toscani, una storia che affonda le sue radici negli etruschi, primi utilizzatori delle fonti termali, per passare ai romani e alla civiltà del castagno fino agli eventi, ricchi di valore storico e civico, della seconda guerra mondiale, per concludersi con una natura unica, e delle risorse idriche pure ed incontaminate che accanto alle note acque termali, vede una rete infinita di corsi d’acqua immersi in una natura suggestiva e contornati dai resti di antichi mulini e dalle loro leggende.

Sullo sfondo si staglia la ferrovia porrettana mirabile opera di ingegneria, perfettamente incastonata nella natura circostante, una delle prime grandi infrastrutture dell’Italia unita, che porta, lungo i suoi binari, un grandissimo bagaglio di storia e cultura.

Poche ferrovie possono vantare una storia paragonabile a quella della “Porrettana”, sotto il profilo politico e tecnico, e ancor meno possono vantare panorami come quelli che questa linea può offrire al viaggiatore consapevole, che non ha come unico scopo quello di arrivare a destinazione, ma anche quello di vedere i luoghi attraversati.


 


Dall’obiettivo di  rilanciare la  sopracitata infrastruttura nasce il Protocollo d’Intesa per la Transappenninica, che vede le Regioni Emilia e Toscana unite nel valorizzare dal punto di vista turistico – culturale la valle che si sviluppa lungo il percorso della ferrovia Bologna – Porretta – Pistoia;  tale territorio ha le potenzialità per offrire una visione turistica innovativa e trasversale rispetto ai vari target di utenti. Il concetto che sta alla base di questo progetto è quello di individuare nella linea ferroviaria, intesa sia come importante arteria viaria sia come filo conduttore culturale e storico, l’asse del rilancio turistico del nostro territorio.

Nell’intenzione di lanciare questo innovativo progetto di sviluppo turistico si è deciso, in concomitanza con le principali manifestazioni del territorio, di far arrivare locomotive storiche dalla stazione di Bologna verso quella di Porretta con gli amici della Associazione Treni Storici Emilia Romagna, associazione senza scopo di lucro intenta alla conservazione e diffusione del treno storico e delle sue peculiarità nel territorio.