SANTUARIO DELLA MADONNA DEL PONTE

© foto Aniceto Antilopi

DESCRIZIONE

Le origini del Santuario risalgono alla metà del Cinquecento, quando un’immagine della Vergine venne dipinta su una roccia e protetta da una primitiva tettoia. Tra il 1578 e il 1585 venne costruito un piccolo oratorio utilizzando le elemosine raccolte dai fedeli. Nel Seicento sono documentati numerosi miracoli attribuiti all’intercessione di Maria, tanto che vennero realizzati numerosi ex voto.

Nel 1599 il ponte che porta al Santuario crollò senza arrecare danni a persone. La ricostruzione fu promossa dal conte della Porretta Marcantonio Ranuzzi e venne realizzata grazie al contributo dei comuni di Bagni della Porretta per due terzi e di Granaglione per un terzo. Ancora oggi è visibile la lapide a fianco del Santuario come testimonianza. Verso il 1613, siccome l’immagine sulla roccia si trovava in condizioni precarie, ne venne commissionata una nuova ma simile che fu realizzata da Ferdinando Berti, pittore fiammingo.

Nella seconda metà dell’Ottocento il santuario venne ricostruito nella forma in cui lo vediamo oggi secondo il progetto dell’ingegner Saverio Bianchi di Roma, le tempere del soffitto vennero eseguite da Alessandro Guardassoni, mentre le decorazioni a chiaroscuro furono opera di Luigi Samoggia, entrambi bolognesi. Nel 1956, mentre a Porretta veniva aperto il “Centro Nazionale Cestistico Femminile”, all’interno del santuario venne eretto, su iniziativa della Federazione Italiana Pallacanestro  e per opera di Gianni Gherardi, il “Sacrario del Cestista” una cappella dedicata alla Madonna protettrice dei cestisti. Il 29 luglio dello stesso anno sessanta tedofori portarono una lampada votiva da San Luca a Bologna fino a Porretta Terme.

Oggi, con la collaborazione della Federazione Italiana Pallacanestro e della Chiesa stessa, la Madonna del Ponte è stata dichiarata ufficialmente patrona della pallacanestro italiana.

Il santuario della Madonna del Ponte si trova a Porretta Terme poco fuori dal paese, lungo la strada che conduce verso Ponte della Venturina e Pistoia, raggiungibile attraversando l’omonimo ponte che sovrasta il fiume Reno. E’ gestito ed officiato dalla Parrocchia di Santa Maria Maddalena di Porretta Terme.

Ulteriori informazioni sul sito ufficiale della Parrocchia di Porretta Terme.


COME ARRIVARE